Il codice sensoriale olio di oliva

Decifrare il codice sensoriale dell’olio

Fare l’olio è facile
Gli attrezzi per l’assaggio
La classificazione dell’olio di oliva
L’etichetta dell’olio
La percezione
La procedura di valutazione in 6 mosse

 

L’interpretazione del codice sensoriale dell’olio
La vista
L’olfatto
Il tatto e il gusto

 

La genesi del codice sensoriale dell’olio
L’olio di oliva in Italia
La materia prima: le olive
La raccolta
Trasporto e conservazione
Travasi e filtrazione
La conservazione
Il confezionamento
Scegliere l’olio di oliva
L’olio di oliva e la salute
L’olio di oliva in cucina
Le parole dell’olio

Clear
  • AutoreWilliam Loria
    Pagine100
    Formato19 x 27 cm
    Prezzo30 €
Descrizione

Decifrare il codice sensoriale dell’olio

 

Antico e prezioso, l’olio di oliva è un alimento fondamentale nella dieta mediterranea.
Gli oli si possono infatti estrarre da moltissimi semi e frutti e danno origine a prodotti dalle caratteristiche chimiche, nutritive e sensoriali completamente diverse tra loro. Ma l’olio di oliva ha un ruolo principe tra questi, non solo all’interno della cucina mediterranea da cui trae origine, ma nelle più alte sfere dedicate al piacere e alla qualità.
Come ha potuto questo prodotto diventare quello che conosciamo come l’oro verde?
È innanzitutto grazie alle proprietà sensoriali ricche e declinate in mille personalità che l’olio di oliva conosce i successi odierni.
Alla base vi è un codice genetico vegetale dato dalla pianta, che dà vita a un frutto a sua volta sempre diverso condizionato dall’ambiente in cui nasce, formato dal clima, dal terreno e dall’uomo che se ne prende cura.
Da questo piccolo dono della natura che è l’oliva, la sapienza, l’abilità e la passione dell’uomo, con singolari capacità, sensibilità, filosofie e conoscenze, danno vita a quello che infine conosciamo come olio di oliva.
Il codice sensoriale dell’olio di oliva è dunque complesso e dipende fortemente dalla cultivar, dal territorio, dall’annata, dal frantoio e persino dalla bottiglia.
Un singolo uomo non potrà forse conoscere nella sua vita l’intero universo sensoriale che questo alimento può offrire, ma potrà imparare a decodificare in modo sempre più consapevole e profondo il codice sensoriale in esso scritto e quindi a trarne piacere.
Infatti, maggiore è la conoscenza, più grande sarà il piacere.
E per conoscere il linguaggio dell’olio è fondamentale imparare a conoscere se stessi e apprendere come ciascun uomo generi un’unica e irripetibile mappa sensoriale di ciò che incontra attraverso i sensi.
È essenziale apprendere come si utilizzano queste mappe sensoriali e come si possano impiegare sensi e cervello per potenziare la percezione.
Scoprire il codice sensoriale dell’olio è un po’ come passare dalla visione a occhio nudo a quella con una lente di ingrandimento e poi a un microscopio: solo in questo modo si scoprono mondi tanto nuovi quanto suggestivi. Soprattutto se il tutto diventa un grande gioco da condividere con gli amici, un gioco serio, ma mai serioso.

Additional Information
Dimensioni N/A
Disponibile nelle lingue

Italiano

Scegli il formato desiderato

Cartaceo, Digitale